La crema di cavolfiore al tartufo è una ricetta davvero rapida, che vi aiuterà a far apprezzare un’alimento solitamente poco amato come il cavolo. Delicata, gustosa e leggera, ha il pregio di poter essere apprezzata anche dai vegetariani, che affonderanno il cucchiaio nei suoi tenerissimi elementi, con un una certa soddisfazione priva i sensi di colpa.

Ricette vegetariane: crema di cavolfiore al tartufo, per un risultato goloso, che può essere ulteriormente alleggerito sostituendo la panna con dello yogurt e lasciando da parte quel tratto di olio al tartufo, che arricchisce la complessità del piatto. Se non volete rinunciare al profumo e alla consistenza deliziosamente rotonda dell’abbiamento, procuratevi un piccolo tartufo ed arricchite la crema con una grattata abbondante di riccioli. Una goduria!

Questa crema di cavolfiore convincerà anche i più piccoli se accompagnata da un’abbondante aggiunta di parmigiano, da utilizzare per insaporire il tutto al posto del tartufo, il cui gusto troppo pronunciato potrebbe non essere apprezzato dai palati troppo giovani.

L’idea in più:

Realizzatela a partire da cavoli violetti e il risultato sarà davvero stupefacente, anche dal punto di vista strettamente estetico. E se proprio volete esagerare accompagnatela con una serie di chips della stessa tinta preparate con delle patate vitelotte.

 

Crema di cavolfiore al tartufo: una velouté diversa dal solito

La crema di cavolfiore al tartufo potrebbe essere un’ottima soluzione per stuzzicare l’appetito degli ospiti e smaltire ‘l’insalata di rinforzo’, l’abbondante pietanza a base di cavolfiore, olive e sottaceti che caratterizza il cenone della vigilia in Campania.

La ricetta della crema di cavolfiori al tartufo: il piatto che piacerà (quasi) a tutti

 

[ultimate-recipe id=”7715″ template=”default”]

 

 

Ti potrebbe interessare: le ricette autunnali tre idee sfiziose e le migliori zuppe da gustare in autunno.